Two Sophisticated Austrian Artists in Self-Portraits

Two Sophisticated Austrian Artists in Self-Portraits

IO e la macchina fotografica“ Basta uno sguardo per accorgersi del contrasto esistente tra l’opera fotografica relativamente giovane di Sabine Groschup e l’opera “d’annata” di Paul Albert Leitner, frutto di quasi quarant’anni di fotografia analogica con un archivio di oltre settantamila negativi di piccolo formato. Paul Albert Leitner è un fotografo di formazione classica.

Si dedica al suo programma fotografico universale di arte e vita con rigore formale e un’ossessione voluttuosa per ogni piccolo dettaglio.
Sabine Groschup invece usa la sua fotocamera digitale irrequieta per esplorare, puntando la macchina su se stessa oppure su quasi tutto e tutti intorno a lei.
Groschup non ci tiene molto ad aspetti formali e “scuole” che invece per Leitner sono assolutamente importanti. Elementi essenziali degli autoritratti di Leitner sono la messinscena, la posa, la sua propensione all’estroversione , l’uso obbligatorio dell’abito da fotografia, i requisiti originali e altri elementi surreali (surreal” è una delle sue parole preferite ricamate dalla sua partner d’arte sul ritratto in „Collaboration-Work“), mentre gli autoritratti e i cicli di opere con autoritratti di Groschup sono caratterizzati da un elevato livello di introspezione che richiama il metodo della„Self-awareness“, la “consapevolezza del corpo” tema ricorrente nella pittura della sua maestra Maria Lassnig. Quest’approccio, peraltro già sperimentato nei suoi primi film d’animazione disegnati a mano e nella pittura su pellicola, è ripresentato dalla Groschup stavolta con la macchina fotografica e in vari formati ed elaborazioni.
Filo conduttore dei suoi lavori è l’uso illimitato di media e tecniche in concomitanza con la ricerca del proprio potenziale artistico.
Se lei è artista multimediale al cento per cento, Leitner rappresenta il fotografo-artista per eccellenza che proclama “L’arte è vita” e a dimostrazione di ciò fa della sua vita un’opera d’arte. (da un catalogo in progress di Georg Weckwerth) Sabine Groschup L’arte figurativa di Sabine Groschup, alunna di Maria Lassnig, si esprime con una molteplicità di forme d’arte: pittura, video, installazioni, mixed media e fotografia.
Le sue opere sono state esposte in mostre personali e collettive a Vienna, New Orleans, Seoul, Monaco, Amsterdam, Halberstadt, Roanoke, Kopenhagen, Berlino, Praga, Ostrava, Karlsruhe e New York.
E’ una delle più famose filmmaker per i suoi film d’animazione artistica, ma realizza anche film sperimentali e documentari.
Narratrice di racconti fiction e poetessa lirica.
Nel 2012 riceve il premio d’arte della Città di Innsbruck per la sua opera artistica Nata nel 1959 a Innsbruck, Tirolo, Austria, vive e lavora a Vienna e Berlino. Paul Albert Leitner Il fotografo - oltre a vari progetti e cicli tematici - da più di 30 anni si dedica al tema dell’autoritratto.
E attinge al suo ampio archivio di fotografie analogiche.
I suoi lavori sono stati esposti in mostre personali e collettive a Vienna, New York, Parigi, Pechino, Dakar, Lagos, Yazd, Esfahan e Teheran.
Numerose pubblicazioni, per la maggior parte edite da Fotohof edition, Salisburgo, documentano l’opera dell’artista.
Nel 2010 riceve il Premio di Stato austriaco per la fotografia artistica.
Nato nel 1957 a Jenbach, Tirolo, Austria, vive e lavora a Vienna. Georg Weckwerth L’artista-curatore, alunno di Achim Freyer|Hochschule der Künste Berlin.
Nel 1990 inizia il suo percorso di curatore dedicandosi alla sound art.
I suoi progetti di mostre e festival lo portano da Hannover a Berlino, Vienna, Seoul, Londra, Copenhagen, Praga, Karlsruhe e Halberstadt.
Fondatore e direttore di TONSPUR Kunstverein Vienna.
Nel 2010 in occasione del Prix Ars Electronica riceve un riconoscimento per il suo lavoro di mediatore d‘arte.
Nato nel 1965 a Herzberg am Harz, Germania, vive e lavora a Vienna, Hattorf am Harz e Berlino Mostra itinerante con il sostegno di: Amt der Tiroler Landesregierung, Abteilung Kultur e Österreichische Bundeskanzleramt, Sektion II: Kunst und Kultur 2.
tappa della mostra: : Galerie am Polylog, Wörgl (AUT) | 18.2.–1.4.2017.

Organizzatore: Kunstraum Café Mitterhofer San Candido
Artista: Sabine Groschup e Paul Albert Leitner
Inaugurazione: 10 settembre 2016 alle ore 19:00 presso San Candido, Via Peter Paul Rainer 4
Durata: dal 10 settembre 2016 al 25 novembre 2016
Orari: da lunedì a sabato ore 7-20
Dove: San Candido, Via Peter Paul Rainer 4
Info: mail
Link: http://www.kunstraum-mitterhofer.it

Allegato: 1472462149_press_it__two_soph.doc

© Fotonordest
powered by stamx.net